LUNARIO - Ogni giorno le fasi della luna, ricerca di onomastici, nomi e santi, proverbi, ricorrenze e festività nel mondo, etimologia di parole desuete, ditelo con i fiori, recensioni e curiosità
Giovedì, 19 Settembre 2019

Scegliere un frigorifero non è cosa facile nella marea di offerte che ci propongono: grande piccolo, classe A o B, un motore o due motori, ecc..

Il frigorifero condividerà con noi parecchi anni, dovrà diventare un amico fidato, per questo va scelto in base alle specifiche esigenze di ognuno.

Grande o piccolo?

Le sue dimensioni dipendono dalle nostre abitudini nel fare la spesa  (ad esempio giornalmente o settimanalmente).
Un frigo dovrà avere una misura tale che, calcolati i nostri consumi settimanali, ci permetta di dividere gli alimenti a seconda delle loro caratteristiche.

Un frigo conterrà tanto cibo quanto ce ne metteremo dentro, ma non lo manterrà eternamente fresco, sarà quindi inutile stiparlo di derrate deperibili, d'altra parte un piccolo frigo potrebbe costringerci ad ammassare alimenti diversi uno sull'altro e a volte questo non è consigliabile né dal punto di vista organolettico (il sapore e l'odore) né da quello igienico.

Un frigo piccolo consuma meno energia elettrica, ma ogni volta che verrà aperta la porta si avrà una maggior dispersione del freddo e i cibi perderanno prima la loro integrità, inoltre il compressore dovrà lavorare di più per compensare tale dispersione,  (con maggior consumo).

Un frigo piccolo occupa meno spazio in altezza (può per questo essere facilmente collocato sotto dei pensili alti), la manutenzione è più facile (in teoria), un frigo grande occupa più spazio solo in altezza, permettendo un miglior sfruttamento dello spazio verticale e spesso la forma interna è studiata per facilitare le operazioni di pulitura e manutenzione.


Freezer grande o piccolo?

Se utilizzate il freezer solo per gli alimenti surgelati o congelati, ve ne basterà uno che abbia giusto lo spazio per contenere, anche stipate, tutte le confezioni, se invece abitualmente congelate gli alimenti un frigo piccolo potrebbe alla fine consumare più di uno grande perché il motore entrerà in funzione più spesso e per più tempo proprio per compensare l'aumento della temperatura interna;

un freezer piccolo subirà maggiori sbalzi di temperatura rispetto ad uno grande ogni volta che verrà aperta la porta per prendere o riporre gli alimenti.


Con o senza cassetti?

Un freezer senza cassetti ha una maggior capacità interna, ma uno con i cassetti vi permetterà di separare gli alimenti non ancora congelati da quelli già freddi, evitando di deteriorare questi ultimi.

Un freezer senza cassetti ha una maggior dispersione del freddo ogni volta che aprite lo sportello, il ché si traduce non solo in una peggiore conservazione  degli alimenti, ma anche in un maggior consumo dovuto alla necessità di compensare le dispersioni.

Un freezer senza cassetti ha delle zone con una maggior capacità di congelamento rispetto a quello con cassetti, ma ha una peggior distribuzione del freddo.


Uno o due motori?

Un frigo con un motore consuma solitamente meno e può risultare più silenzioso, ma se fate la spesa una o due volte alla settimana lo stesso motore potrebbe dover sopperire alle necessità di congelamento e a quelle di refrigerazione di una grande quantità di alimenti,  con maggior dispendio di energia e un tempo di congelamento troppo lungo (che potrebbe alterare gli alimenti).

Tenete presente che se siete abituati a congelare grandiquantità di alimenti (ad esempio il pane per tutta la settimana) un motore potrebbe non essere sufficiente ad assicurare una buona congelazione (che risulterà tanto migliore quanto più sarà rapida perché limiterà la formazione di cristalli di ghiaccio).

Un frigo a due motori consuma di più, se fate la spesa tutti i giorni potrebbe essere un inutile dispendio di corrente elettrica (e soldi), se però si romperà uno dei due motori almeno una parte degli alimenti potrà essere salvata.

Classe...?
La lettera che caratterizza la classe (A, B, C, ecc.) definisce la capacità di risparmio energetico, la classe A è quella a maggior risparmio.

Tra classe A e classe B non c'è una grandissima differenza e i calcoli vanno fatti attentamente.

Ad esempio, se acquisto un classe A ad un motore, ma faccio la spesa una volta alla settimana, il mio frigo potrebbe anche consumare più di un frigo di classe B a due motori perché per sopperire allo sbalzo di temperatura del momento in cui ripongo la spesa il compressore dovrà lavorare per molto tempo senza interruzione (è il momento in cui il frigorifero consuma di più);
inoltre in estate, quando il frigo viene aperto spesso, lo stesso motore dovrà alimentare freezer e frigo, con il risultato che potrebbe lavorare continuamente per mantenere la temperatura stabile sia nel frigo che nel freezer.

Marca
Anche la marca è abbastanza importante: un frigo deve durare molto ed è un elettrodomestico ormai indispensabile.

Informatevi, oltre che sulle caratteristiche tecniche, anche sui centri assistenza e su tempi e modalità di intervento per evitare brutte sorprese.

Altrettanto importante la garanzia, un lungo periodo di garanzia è un valore aggiunto al bene che acquistate, significa dormire sonni tranquilli per più tempo e tenete presente che far riparare un frigorifero costa solitamente troppo.

   SEGNALA LA PAGINA       STAMPA   

 
Calendario
Mese per mese
Lunaria
Rubriche


Italia
spazio
Realizzazione, Progetto grafico, Testi © Lunario.com 1998 - 2008 tutti i diritti riservati